Qual è la struttura di una friggitrice?

Se credi che i modelli di friggitrice siano tutti uguali, è arrivato il momento di cambiare idea. Una prima grande differenza sta infatti nella struttura di ogni friggitrice. Vediamo insieme questo cosa comporta per noi consumatori.

Strutture diverse

Quando scegli quale friggitrice acquistare, il primo aspetto su cui devi concentrarti è la struttura. Da essa, infatti, dipendono le modalità di funzionamento e quindi l’esperienza d’uso della tua friggitrice.

In genere, si identificano due tipologie di friggitrice. La prima è ovviamente quella dei modelli classici. Hanno una forma a parallelepipedo, che ricorda quindi i modelli di friggitrice classica che puoi trovare nei fast food o nei ristoranti. Queste macchine hanno un cestello ad estrazione verticale e molto spesso non dispongono di coperchio. Sono in genere consigliate a chi vuole una macchina molto semplice, facile da usare, e che non richieda particolari accorgimenti. Al tempo stesso, si tratta di modelli di friggitrice che risultano economici ma non dispongono di comodità quali il filtro per gli odori ed un pratico sistema per il cambio dell’olio.

Il secondo modello di friggitrice che puoi trovare sul mercato è quello con struttura chiusa. Si tratta di modelli di nuova generazione, completi di coperchio e spesso persino di cestello obliquo rotante. Anche la forma è diversa, e risulta quindi tondeggiante. La capacità di questi modelli di friggitrice è minore rispetto alla versione classica, ma sono presenti opzioni aggiuntive che potrebbero risultare molto comode. Fra queste, ad esempio, vi sono programmi già impostati per cucinare determinati tipi di verdure ed alimenti in modo corretto.

Non dimenticare che una friggitrice moderna dispone anche di oblò. Questo risulta molto comodo per controllar e in qualsiasi momento come procede la cottura e la frittura del tuo cibo ed evitare che esso si bruci o cuocia troppo poco.

Scegliere la struttura della tua nuova friggitrice è un passo molto importante, che avrà conseguenza sulla tua esperienza d’uso.

Come funziona la pressione di una idropulitrice?